Torneo metropolitano di GDR - Tou.Play
2078
page-template-default,page,page-id-2078,bridge-core-1.0.4,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,columns-3,qode-product-single-wide-gallery,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
Il progetto

Nel centro di aggregazione giovanile Spazio13 c’è un posto chiamato GAME ROOM.

Nasce qui l’idea di creare una comunità di sognatori, cantastorie e inventori di giochi che popola un posto dedicato ai più giovani: un posto dove fare amicizia, innamorarsi,  diventare parte di un gruppo.

La cultura del gioco ha un ruolo importante nella nostra vita e per questo vogliamo creare un maggior numero di occasioni per stare insieme e giocare.

I giochi di ruolo

Nei secoli il gioco si è manifestato in diverse forme, dagli scacchi al risiko fino ai più recenti videogame.

In un momento delicato in cui il distanziamento fisico ci impone delle regole da rispettare, la soluzione migliore per giocare insieme secondo il nostro modo di vedere le cose è organizzare una grande partita ai giochi di ruolo!

Un gioco di ruolo prevede un piccolo gruppo di persone ( sono vietati gli assembramenti! ) sedute intorno ad un tavolo, ognuno con la propria eroina o il proprio eroe protagonista definito dalla propria scheda del personaggio.

Le azioni e la storia si svolgono nel teatro della mente e vengono narrate da un giocatore al tavolo che si chiama in gergo tecnico Master.

Norme sulla sicurezza in era COVID-19? Rispettate!

Possono giocare tutti, a partire dai 12 anni.
Per tutti i giocatori sotto questa età è obbligatoria la presenza di un adulto accompagnatore.

Il gioco di ruolo è una di quelle forme ludiche che non conosce età.

I temi trattati saranno di natura avventurosa e comunque non distante dai contenuti delle più classiche storie raccontate da Netflix o dai videogame contemporanei.

Qualche storia sarà ambientata in un passato fantastico, altre avranno come teatro la città di Bari del 2020, alcune saranno giocate nello spazio profondo, magari a bordo di qualche navicella spaziale.

L’unico limite è la fantasia.

I PREMI

Con l’obiettivo di creare socialità, i giochi urbani di Tou.Play: 18×18 si trasformano in appuntamenti di gioco di ruolo digitale.

Ci sarà un appuntamento mensile per i giocatori in cui esploreremo i diversi prodotti editoriali giocando con i nostri master
A partire dal mese di Luglio saranno messi in palio dei premi da parte di alcune realtà che lavorano sul territorio metropolitano di Bari e che sposano il progetto del Summer Game Camp a Spazio13 

Sfoglia la lista completa dei premi!

BARI <3 GAMES

ISCRIZIONI

Per iscriversi ci vuole poco!
Basta compilare la scheda del giocatore con i dati di registrazione e aspettare una conferma.

Il 18 Giugno saremo tutti insieme per pianificare i tavoli, le partite e passare un’estate con nuovi amici!

Pronto a partire per una grande avventura?

C'era una volta...

Le partite avranno inizio il 18 giugno, giornata simbolica perché da il via alla fase del progetto 18×18 della Rete Civica Urbana del quartiere Libertà che si muoverà online e in presenza per rispettare tutte le norme del distanziamento fisico.

Tra il cortile di Spazio13 e la comodità delle nostre case, avremo la possibilità di giocare nella formula migliore per tutti!

Da questa data in poi, e fino ad Agosto 2020, avremo 3 appuntamenti in cui i giocatori esploreranno vecchie rovine abbandonate, libereranno ostaggi e lanceranno incantesimi per proteggere le persone che amano.

Per ogni gruppo di gioco ci sarà un narratore dedicato che organizzerà la partita con la modalità più comoda per l’intero gruppo di gioco.

Un server Discord sarà a disposizione dell’intera organizzazione e i partecipanti alla grande partita di gioco di ruolo potrebbero riuscire a vincere dei premi messi in palio dall’intera rete di organizzazioni che supporta l’iniziativa.

Call for master

Con lo spirito leggero quindi, di chi non ha mai smesso di giocare, ora siamo alla ricerca di queste figure mitologiche e dalla potenza infinita.
Sono stati chiamati in diversi modi nel corso del tempo e a seconda della fonte della cui intelligenza si nutrivano, e del tipo di artefatti che erano soliti controllare per proferire il fato di chi si rivolgeva a loro.
Cantastorie, Maestri delle segrete, Narratori… Dungeon Master!

Se non hai bisogno di leggere altro, allora candidati per essere uno dei master della squadra!
Puoi farlo a questo link: https://bit.ly/CallForMasters

Il progetto avrà una prima fase in cui il signore dei giochi di ruolo: Dungeons and Dragonssarà l’indiscusso protagonista.
Le successive fasi del progetto ci permetteranno di esplorare la letteratura legata a questo mondo e di sperimentare nuovi sistemi di gioco e nuove ambientazioni inventate e prodotte da case editrici italiane che ormai sono un must-have per tutti gli appassionati.

Racconta una storia!

Infine

Questa per Tou.Play è ancora un’occasione per riunire ragazze e ragazzi con la grande passione per le storie epiche, le avventure da sogno e le esplorazioni fantastiche.

C’era una frase che da sempre ci colpisce e viene da Peter Pan:
“Ogni volta che un bimbo dice: ‘Io non credo alle fate’, c’è una fatina che da qualche parte cade a terra morta.” 

Senza storie da raccontare, il mondo smette di esistere.